terra acqua aria sole vita agricoltura cultura

Notiziario di informazione su agricoltura, ambiente, alimentazione a cura dell'Accademia dei Georgofili

logo_georgofili

25 luglio 2012

top_colonna1

Stampa

La nuova "corsa alla terra": cibo e agricoltura nell'era della scarsità

Nel mondo, la produzione agricola non tiene il passo della crescente domanda dovuta all'aumento della popolazione e a quello ancora più marcato dei consumi, soprattutto nelle economie emergenti dei "Brics" (Brasile, Russia, India, Cina). Per tutti il cibo costerà di più, con un impatto pesante sulle fasce più povere della popolazione mondiale, ma si farà sentire direttamente o indirettamente anche nei paesi ricchi. Da qualche anno paesi dotati di molta liquidità, ma scarse estensioni di superfici coltivabili, multinazionali agricole, agglomerati finanziari hanno acquisito o affittato milioni di ettari di terra in varie parti del mondo, dando vita a un fenomeno comunemente detto "land grabbing". La corsa all'accaparramento delle terre coltivabili, innescato dalla crisi alimentare del 2007-2008, ha assunto dimensioni straordinarie: si calcola che siano già stati oggetto di negoziazione nel mondo dai 50 agli 80 milioni di ettari, di cui oltre i due terzi nell'Africa sub sahariana, laddove Etiopia, Mozambico e Sudan hanno concesso le quantità di superficie più rilevanti. La "Corsa alla terra" è il titolo del libro di Paolo De Castro (Donzelli editore)  che delinea i contorni di un futuro in cui l'agricoltura sarà sempre di più un settore strategico e il controllo dei suoli fertili diventerà cruciale per lo sviluppo delle nazioni. «Nel 2050 saremo più di nove miliardi ad abitare il pianeta, circa un terzo in più di oggi, e per soddisfare la domanda di cibo avremmo bisogno di aumentare la produzione agricola del 70% rispetto a quella attuale. Per di più dovremmo farlo in maniera più sostenibile che in passato. La frontiera tecnologica deve fare più di un passo in avanti, non solo nella direzione delle quantità prodotte, ma anche in quella della riduzione dell'impatto ambientale. E anche su questa strada il ruolo delle politiche può essere fondamentale, ad esempio nello stimolare la ricerca privata, nel definire i limiti alle emissioni inquinanti e gli incentivi all'adozione di tecniche ecocompatibili.».

Paolo De Castro, Corsa alla terra – Cibo e agricoltura nell'era della nuova scarsità, introduzione di Romano Prodi, seconda edizione con una postfazione dell'autore, Donzelli, Roma, 2012, pagg. XII-196, € 16,00.

inter_colonna1
Share |

bottone_invia

Commenti

inter_colonna1
top_colonna3
box_cerca bottom_titolo_box_p bottone_cerca
box_partners bottom_titolo_box_p
  • coltura e cultura
  • agricultura.it
  • agronotizie
  • almanacco delle scienza
  • fresh plaza
  • stilenaturale.com
  • teatro_naturale
  • fertirrigazione
  • il floricultore
  • aset toscana

Copyright 2010 - ACCADEMIA DEI GEORGOFILI - C.F. e P.iva 01121970485

Disclaimer | Privacy | Credits