Un libro che prova a smascherare falsi miti e leggende

Nel villaggio globale in cui ci muoviamo oggi è molto facile che le fake news, cioè le false informazioni, si diffondano con estrema facilità. Chi non ha gli strumenti adatti a riconoscerle può diventare, suo malgrado, il mezzo attraverso il quale esse attecchiscono nella società e generano problemi di ogni tipo. Un esempio è il decesso di un bambino morto per le complicazioni legate ad un'otite curata con rimedi omeopatici, un altro è la riduzione delle coperture vaccinali in atto fino ad un paio di anni fa nel nostro Paese.
Contrastare le false informazioni non è facile. Occorre molta dedizione e lo sforzo combinato di molti professionisti appartenenti a settori differenti. Tra questi, la chimica ricopre un ruolo importantissimo grazie alla sua trasversalità. In quest'ottica, Pellegrino Conte, Professore Ordinario di Chimica Agraria presso l'Università degli Studi di Palermo, è autore di un libro dal titolo "Frammenti di Chimica" il cui sottotitolo è particolarmente significativo: "Come smascherare falsi miti e leggende". L'autore si pone un obiettivo piuttosto impegnativo, ovvero cercare di smitizzare le false convinzioni in merito a una serie di luoghi comuni che si leggono/ascoltano sia in rete che sui giornali o in televisione. Tra questi luoghi comuni sono da annoverare le sciocchezze in merito alla pretesa salubrità di certe acque in bottiglia, alla superiorità nutrizionale dello zucchero di canna rispetto a quello raffinato, passando persino per le mis-informazioni relative alle matite copiative usate nei seggi elettorali. Non manca nel libro una completa disamina sulla inconsistenza dell'omeopatia attraverso una revisione post-pubblicazione dei lavori scientifici più importanti apparsi in letteratura.
Lo sforzo dell'autore non è quello di porsi in cattedra attraverso l'ipse dixit, ma quello di dare informazioni nel modo più semplice possibile sia non perdendo mai di vista la complessità dell'approccio scientifico alla risoluzione di problemi complessi che fornendo un vasto elenco di riferimenti che il lettore più volenteroso può trovare in rete e leggere in modo autonomo.
Nel libro, l'autore giustamente evidenzia che ”quanto si legge in rete deve essere giudicato criticamente. In altre parole, bisogna sempre diffidare dei santoni che dicono di essere dei novelli Giordano Bruno o redivivi di Galileo Galilei, perché le loro idee scientifiche (in realtà pseudo-scientifiche) sono osteggiate dai guru della <scienza ufficiale>”. Egli dimostra brillantemente che non esiste una scienza ufficiale ma una sola scienza, ovvero quella che segue le regole ben precise del metodo scientifico al di fuori delle quali esiste solo pseudo-scienza


Frammenti di chimica. Come smascherare falsi miti e leggende
Autore: Pellegrino Conte
236 pagine
Editore: C1Vedizioni
€ 15
https://www.c1vedizioni.com/product-page/frammenti-di-chimica