Su “QN - La Nazione” un’intervista ad Antonio Patuelli, consigliere della nostra Accademia

Si segnala su “La Nazione” del 3 novembre u.s. un’intervista di Giovanni Morandi ad Antonio Patuelli, Presidente dell’Associazione Bancaria Italiana e, da alcuni anni, membro del Consiglio dell’Accademia dei Georgofili.

Antonio Patuelli ricorda il suo incontro con Firenze nel 1969 quando si iscrisse all’Università nella facoltà di Giurisprudenza. Fra i suoi maestri: Giorgio La Pira, Paolo Grossi e Giovanni Spadolini. “Firenze era una città colta, qualificata, vivace ed espressione di pluralismo anche dal punto di vista finanziario … Cinquanta anni dopo Firenze è sempre un polo di attrazione culturale con istituzioni come i Georgofili e la Crusca, ma c’è meno speranza … in un’Italia con minore spinta verso la ripresa.”

Dopo l’esperienza come Sottosegretario alla Difesa nel Governo Ciampi, Patuelli nel 1994 è tornato alla Banca per rimanervi 18 anni nel CdA e poi come Presidente nel Centro Leasing. “In questa fase – ricorda – ho potuto stringere amicizia con Alberto Carmi, Edoardo Speranza, Aureliano Benedetti, Giuseppe Morbidelli, Umberto Tombari, Sergio Ceccuzzi, Giampiero Busi, Lapo Mazzei e Franco Scaramuzzi, allora Presidente dell’Accademia dei Georgofili”.