Prestigioso riconoscimento ad uno studioso italiano che ha scoperto alcune percezioni delle piante

Stefano Mancuso primo italiano invitato al TED di Oxford

La fondazione americana TED (www.ted.com) persegue la valorizzazione e la diffusione delle acquisizioni scientifiche e delle idee più innovatrici del mondo, considerando che le idee rappresentano la forza più grande per cambiare il futuro dell’Umanità. Il primo scienziato italiano invitato a parlare al TED è il georgofilo Stefano Mancuso, direttore del laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV, www.linv.org) dell’Università di Firenze, il quale ha condotto negli ultimi anni ricerche fondamentali sull’attività ed i comportamenti delle piante. I risultati di tali ricerche hanno permesso una nuova visione delle piante come esseri sofisticati, dotati di comportamenti e strategie evolute. La scoperta che alcune zone dell’apice radicale sono costituite da cellule che comunicano le une con le altre attraverso segnali elettrici (potenziali di azione) di durata e forma identiche a quelli che si riscontrano nei cervelli animali, ha aperto numerose e affascinanti opportunità di ricerche. La rivista L’Espresso del 2 settembre 2010 ne parla in un articolo intitolato “Beautiful Minds”, dedicato al TED, in cui Stefano Mancuso è stato scelto con altri nove scienziati a rappresentare le migliori menti del mondo. La rivista americana FORBES ha inserito il prof. Mancuso nella lista delle (pochissime) persone le cui idee “cambieranno il futuro”.