Presentazione del francobollo celebrativo del III Centenario del Bando del Granduca di Toscana “Sopra la Dichiarazione de’ Confini delle quattro Regioni Chianti, Pomino, Carmignano e Vald’Arno di Sopra”

In occasione del 300° anniversario - 1716 – 2016 - dei Bandi Granducali “Sopra la Dichiarazione de’ Confini delle quattro Regioni
Chianti, Pomino, Carmignano e Vald’ Arno di Sopra” del 18 luglio e del 24 settembre, emanati da Cosimo III dei Medici a tutela dei
territori di produzione e del corretto scambio commerciale dei vini toscani, il Ministero dello Sviluppo Economico ha previsto, nel
programma filatelico annuale dello Stato Italiano, l’emissione di un francobollo celebrativo.
Il francobollo sarà presentato il giorno 24 settembre, presso la sede del Consiglio regionale della Toscana e per l’occasione sarà attiva,
dalle ore 11,30 alle ore 13,30, una postazione di Poste Italiane che utilizzerà lo speciale annullo filatelico “giorno emissione” del
francobollo.

PROGRAMMA:
Ore 13.00:  Sala Gonfalone
Cerimonia di apertura
Saluti istituzionali
Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana
Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico
Intervengono:
Pietro La Bruna, Poste Italiane
Giampiero Maracchi, Accademia dei Georgofili

L’anno 2016 è un anno particolarmente significativo per i Vini della Toscana per la ricorrenza del trecentesimo anniversario del Bando Granducale “Sopra la dichiarazione de’ confini delle quattro Regioni Chianti, Pomino, Carmignano e Vald’Arno Superiore” promulgato il 24 settembre 1716 da Cosimo III de’ Medici, Granduca di Toscana, con cui veniva individuata un’ampia zona geografica – conosciuta all’epoca più genericamente come “Chianti” – che comprendeva 4 aree: l’attuale territorio di produzione del Chianti Classico, del Carmignano, del Pomino (Chianti Rufina) e del Chianti Valdarno di Sopra (Chianti Colli Aretini e Chianti Colli Fiorentini).
Si trattava di una vera e propria DOC ante-litteram in quanto l’Editto
stabiliva il principio della Denominazione di Origine Protetta e Controllata, ovvero l’attuale corrispondenza tra una denominazione e il territorio di produzione.

È un’iniziativa dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Toscana promossa dall’Accademia dei Georgofili in collaborazione con Poste Italiane


Info: