L’agricoltura scomunicata. Informazione, comunicazione e media in agricoltura

L’Accademia dei Georgofili, in collaborazione con il Communication Strategies Lab (CSL) dell’Università di Firenze e con l’Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana (ASET), ha organizzato per il prossimo 31 maggio 2016 alle ore 15 una giornata di studio -  L’agricoltura scomunicata. Informazione, comunicazione e media in agricoltura - finalizzata ad accrescere e stimolare il dibattito sull’informazione e sulla comunicazione riguardanti il mondo dell’agricoltura. 
Questo sarà il primo evento realizzato dall’Accademia dei Georgofili in collaborazione con il  Communication Strategies Lab, il cui rapporto nasce dalla volontà di impiegare la «comunicazione generativa», sviluppata e studiata dal CSL, come strumento metodologico per l’elaborazione di strategie di comunicazione funzionali alla conduzione di studi e ricerche sul mondo dell’agricoltura.
Recuperare il binomio informazione/comunicazione nel settore agricolo è, infatti, fondamentale per pianificare azioni comunicative utili a informare non solo gli addetti ai lavori ma anche la cittadinanza, per rilanciare il valore dell’agricoltura come bene per la collettività.
In questo contesto i professionisti della comunicazione e i giornalisti giocano un ruolo fondamentale e i temi legati all’informazione e alla comunicazione in agricoltura risultano estremamente attuali: ad esempio, in base a quanto previsto dal Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo Sviluppo Rurale da parte del Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR), le Regioni italiane sono tenute a dotarsi di un Piano di comunicazione per i rispettivi PSR 2014-2020. Tra gli obiettivi di questi Piani occupano una posizione strategica il trasferimento delle conoscenze e delle innovazioni, la messa in rete e la diffusione delle informazioni, la promozione dell’accessibilità e della qualità delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle zone rurali.
L’obiettivo della giornata di studio è, quindi, quello di coinvolgere direttamente da una parte, quei soggetti che hanno il compito di erogare le informazioni e dall’altra, i destinatari finali di tutte le azioni di comunicazione.



Agriculture excommunicated. Information, communication and media in agriculture
In collaboration with Florence University’s Communication Strategies Lab (CSL) and together with the Associazione Stampa Enogastroagroalimentare Toscana (ASET), the Georgofili Academy has organized a study day for 31 May 2016 at 3 p.m.
Entitled Excommunicated agriculture. Information, communication and media in agriculture, it is aimed at increasing and stimulating debate on information and communication as regards the world of agriculture.
This will be the first event organized by the Georgofili Academy in collaboration with Communication Strategies Lab, whose relationship stems from the desire to use "generative communication” (that was developed and designed by CSL) as a methodological tool for the development of functional communication strategies in conducting studies and research on the world of agriculture.
Recovering the information/communication binomial in the agriculture sector is, in fact, fundamental for planning communication actions useful for informing not only the professionals in the field, but also the inhabitants to re-launch agriculture’s value as a community asset.
In this context, communication professionals and journalists play a fundamental role and the themes linked to information and communication in agriculture are extremely topical. For example, according to the provisions of (EU) Regulation No. 1305/2013 of the European Parliament and of the Council on Support for Rural Development by the European Agricultural Fund for Rural Development (EAFRD), Italian regions are obliged to adopt a Communication Plan for the respective RDP 2014-2020. The strategic objectives of these Plans include knowledge and innovation transfer, networking and dissemination of information, the promotion of information accessibility and quality of the communication technologies in rural areas.
The purpose of the study day is therefore to directly involve, on the one hand, those who have the task of distributing information and, on the other, the final users of all communication actions.