I prezzi nei campi crollano

Sono crollati a febbraio i prezzi dei prodotti agricoli nelle campagne italiane, dal -60% dei pomodori al -30% per il grano duro fino al -21% per le arance rispetto all'anno scorso. Coldiretti dichiara che "la situazione dei prezzi in campagna sta assumendo toni drammatici anche per gli allevamenti. Le quotazioni per i maiali nazionali destinati ai circuiti a denominazione di origine sono scesi ben al disotto di 1,25 centesimi al chilo, che copre appena i costi delle razioni alimentari". “Come i bovini da carne che sono pagati su valori che si riscontravano 20 anni fa, per non parlare del prezzo del latte che con il venir meno degli accordi da marzo sarà ancora in balia delle inique offerte dell'industria".

Da: Agrapress, 12/02/2016