La psilla dei ficus ornamentali

di Santi Longo
Con disappunto degli operatori chiamati a difendere le piante dai sempre più numerosi  fitofagi di recente introduzione e degli studenti, che vedono allungarsi la lista degli insetti inseriti nei programmi di entomologia applicata, è arrivata anche in Sicilia l’esotica psilla  Macrohomotoma gladiata Kuwayama. Si tratta di un pernicioso fitomizo che vive su varie specie di Ficus ornamentali, ampiamente diffusi nei centri urbani del Bacino mediterraneo. La specie, di origine asiatica, fino al secolo scorso, era nota a Taiwan, in Giappone e a Hong Kong; nel 2009 è stata rinvenuta nelle Isole Baleari e successivamente in vari centri urbani della Spagna continentale. In Italia, nel 2011, è stata intercettata, su Ficus retusa, a Napoli e nel 2014 ad Acicastello, nonché a Catania. Nelle aree di origine la specie riveste limitato interesse fitoiatrico mentre, nelle aree urbane spagnole, per controllare le sue infestazioni su Ficus ornamentali, sono stati effettuati interventi insetticidi con oli minerali, piretroidi ed esteri fosforici. A Napoli e in provincia di Catania sono ancora apparentemente presenti limitati focolai d’infestazione di M. gladiata, ma è presumibile che, come accaduto in Spagna, la psilla colonizzerà progressivamente nuovi ambienti urbani. Le infestazioni sono particolarmente evidenti per gli abbondanti fiocchi di cera bianca secreti dagli stadi giovanili (soprattutto dalle ninfe) sui nuovi germogli (Fig.1) che, a seguito dell’azione tossica dei secreti salivari, si deformano, arrestano lo sviluppo e possono disseccare. La specie svolge più generazioni nel corso dell’anno che, in parte, si sovrappongono. Gli adulti, che sono lunghi circa 5 mm, con capo e torace marrone e addome verde, hanno le ali anteriori trasparenti, con una caratteristica macchia marrone. Le uova, di colore giallo, vengono deposte, sulla vegetazione. in gruppi di 10-20 elementi. I primi stadi giovanili (neanidi) sono arancio-marrone mentre le ninfe sono di colore verde pallido; esse, a maturità, si trasferiscono in gruppi sulla pagina inferiore delle foglie (Fig.2) da dove sfarfalleranno gli adulti. Anche in Sicilia, nel corso dei primi rilievi effettuati, sono state riscontrate alcune specie di crisopidi e di rincoti predatori generici di vari insetti che, difficilmente, riusciranno a contenere le infestazioni della “nuova” psilla.
 
Foto di apertura: Fiocchi cerosi, secreti dagli stadi giovanili di Macrohomotoma gladia, su Ficus retusa 

Foto sotto: Particolare delle ninfe sulla pagina inferiore